studiate asini

  • the madness of the ARAB LEAGUE and its imperialist project of the worldwide caliphate? they are: 1, more ignorant. that asses, 2, more, handles religious, crazy! and, this is the fun of the Pharisees: IMF-NWO, to massacre: coming soon: for all Middle East, is close: the Holocaust of Israel.] CAIRO, May 14 - "The Shiites are more dangerous naked women" this is the Word: a deputy of Egyptian Salafi, al Quaeda: leader: Sunni fundamentalism: islamists, the most radical, that: he used this comparison to warn from opening: the doors of tourism Iranian nationals. The concerns of a spread of Shiism in Egypt under a controversial agreement tourist, with, Tehran signed a few months ago by the government was at the center of a heated debate in Cairo.
  • LorenzoJHWH Unius REI
    LorenzoJHWH Unius REI ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    [la follia della LEGA ARABA, e il suo progetto imperialista del califfato mondiale? loro sono: 1, più ignoranti: degli asini, 2, più, manici religiosi: dei pazzi! ed, è questo il divertimento: dei farisei: FMI-NWO, di massacrare: prossimamente: tutto il Medio Oriente, è vicina: la shoah di Israele.] IL CAIRO, 14 MAG - "Gli sciiti sono più pericolosi delle donne nude" questa è la Parola: di un deputato egiziano salafita, esponente: dell'integralismo sunnita: più radicale, che: ha usato questo paragone: per mettere in guardia dall'aprire: le porte del turismo ai cittadini iraniani. Le preoccupazioni di una dilagare dello sciismo in Egitto in virtù di un controverso accordo turistico, con, Teheran siglato qualche mese fa dal governo è stato al centro di un acceso dibattito al Cairo.


  • Sharia Pharisees 666,322 IMF NWO - cowards! idiots! but, if you are not able to say simple words against me ... as you may: like to think: you can resist the extermination, of my metaphysics? could never exist another weapon, more letal in the history of mankind, of my army
  • LorenzoJHWH Unius REI
    LorenzoJHWH Unius REI ha pubblicato un commento
    6 ore fa
    ai miei nemici --- chi è così codardo, che, lui vuole venire a litigare, con me, su questa pagina? allora, se non c'è ancora un codardo imbecille? tacete cani!
  • 666 Bush 322 187AUDIOHOSTEM --- through the cap of a Korean entrepreneur with no hope of a future.. but you can not call God, the "my" Father, with a dickhead 666 cannibal Fucco, because only Satan can be your father!
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    4 ore fa
    [per del denaro che Rothschild crea dal nulla e vende al 270% del suo valore: said scientist Giacinto Auriti! ma, i farisei non sono esseri umani, sono demoni!]Giovanni Guarascio e un poliziotto sono stati trasferiti con un elicottero del 118 dall'ospedale Guzzardi di Vittoria al centro Grandi ustionati del Cannizzaro di Catania. SI Dà, FUOCO PER SALVARE CASA: AVEVA DEBITO CON BANCA - Giovanni Guarascio, 64 anni, l'uomo che a Vittoria (RG) si è dato fuoco per impedire che la propria casa fosse venduta all'asta per 26 mila euro(assurdo: è il valore di un box), aveva un debito di 10 mila euro(assurdo) con una banca, che gli ha pignorato l'immobile. L'uomo, muratore disoccupato, poco prima delle 14, mentre era in corso una trattativa tra gli avvocati, alla presenza dell'ufficiale giudiziario, è andato in escandescenze. In pochi attimi si è cosparso di benzina e si è dato fuoco.
PULSANO (TARANTO), 14 MAG - Nelle notti di luna piena sono in tanti a giurare di scorgere una figura, quella di Angelica, vestita di bianco e con i capelli biondi, che si aggira nelle stanze del castello De Falconibus, a Pulsano. Per registrare la presenza di Angelica e avere così conferma sulla leggenda del fantasma, domani saranno a Pulsano i Ghost Hunters Puglia. Il gruppo di studio effettuerà rilevamenti con videocamere e fotocamere particolari, con registratori, rilevatori di campi elettromagnetici. --ANSWER-- PERCHÉ, voi cercate dai demoni, la prova la dimostrazione della esistenza di Dio? i demoni non sono vostri amici e vi faranno del male!
  • [studiate asini] 05/14/2013 . VATICAN. Pope: to follow Jesus, live life as a gift to give to others and not a treasure to keep for yourself. During Mass this morning, Francis highlights contrasting attitudes of Jesus and Judas, who "never really understood what gift meant." "He who gives his life for love is never alone", who "loses" his life will find life in its fullness, he who keeps it for himself, loses in the end. Vatican City (AsiaNews) - If you want to follow Jesus you must have an "open heart", "live life as a gift" to give to others, "not as a treasure to be kept to yourself", to the point of becoming isolated in selfishness. The contrast between love and selfishness, in the wake of Jesus' words: "no one has a stronger love than this, to lay down his life," was highlighted by Pope Francis during the Mass celebrated this morning in Casa Santa Marta.
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    4 ore fa
    IIIIWotanIIII --- è arrivato il 666 elmetto preservativo nazi cazzo
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    4 ore fa
    PULSANO (Taranto), 14 MAY - In the nights of the full moon are many who swear to see: a figure, that: Angelica, dressed in white: with: blond hair, who wanders in the rooms of the castle De Falconibus in Pulsano. To record the presence: of: Angelica and have: thus confirms the legend of the ghost, tomorrow will be: a Pulsano the Ghost Hunters Puglia. The study group will carry out surveys with cameras: and: special cameras, recorders, electromagnetic field detectors. - ANSWER - WHY, you are looking for by demons, evidence demonstrating the existence of God? demons are not your friends and you'll hurt! @187AUDIOHOSTEM -- io sono molto più vecchio di te, quando la galassia non esisteva? io ero!

L’Economista Kaldor nel 1971 spiegava con precisione millimetrica il perché l’Euro avrebbe fatto collassare il sistema

di ScenariEconomici Feed
13/05/2013 14:46:39
Articolo tratto da (http://www.rischiocalcolato.it/2013/05/leconomista-kaldor-nel-1971-spiegava-con-precisione-millimetrica-il-perche-leuro-avrebbe-fatto-collassare-il-sistema.html) - L’articolo che segue ha 42 anni: e’ del 1971. Questo testo è stato scritto dall’economista e consigliere economico nel Regno Unito Nicholas Kaldor nel 1971 (quando l’Euro era solo un progetto in fase embrionale, che sarebbe divenuto realta’ 3 decenni dopo) in “Effetti Dinamici del Mercato Comune” pubblicato inizialmente su New Statesman il 12 marzo 1971 e ristampato  (come capitolo 12, pp 187 – 220) in “Altri Saggi di Economia Applicata” – volume 6 della Raccolta di saggi economici di Nicholas Kaldor.
Kaldor aveva precisamente previsto le cause della crisi dell’euro: lo squilibrio commerciale e della bilancia dei pagamenti a causa di un regime di cambi fissi in assenza di armonizzazione del mercato del lavoro e del sistema fiscale e di meccanismi di trasferimento
E’ impressionante notare che 42 anni fa, fosse perfettamente chiaro a cosa sarebbero andati incontro i paesi europei introducendo una moneta unica, prima di un unione politica e fiscale: ad un “disastro della periferia” cui sarebbe seguita una rottura dell’intero sistema. Il “disastro di mezza zona Euro” lo stiamo vivendo ora, mentre la “rottura del sistema” e’ ancora la’ da venire.


Un giorno le nazioni d’Europa saranno pronte ad unire le loro identità nazionali e a creare una nuova Unione Europea – gli Stati Uniti d’Europa. Se e quando lo faranno, ci sarà un Governo Europeo che assumerà tutte le funzioni che fanno capo al Governo Federale degli Stati Uniti d’America, o del Canada o dell’Australia. Questo implicherà la creazione di una “piena unione economica e monetaria”. Ma si commette un errore pericoloso nel credere che l’unione politica e monetaria possa precedere l’unione politica o che opererà (come si legge nelle parole del rapporto Werner) “un agente di fermentazione per la creazione di una unione politica della quale nel lungo non sarà in ogni caso in grado di fare a meno”. Poiché se la creazione di una unione monetaria e il controllo della Comunità sui bilanci nazionali saranno tali da generare pressioni che conducono ad una rottura dell’intero sistema, è chiaro che lo sviluppo dell’unione politica sarà ostacolato e non promosso.
Altri estratti:
pag. 202
Gli eventi degli ultimi anni – in cui si evidenziava la necessità di una rivalutazione del marco tedesco e di una svalutazione del franco francese – hanno dimostrato l’insufficienza della Comunità stante l’attuale grado di integrazione economica. Il sistema presuppone piena convertibilità delle valute e cambi fissi tra gli stati membri, lasciando la politica monetaria e fiscale alla discrezione dei singoli stati. Sotto questo sistema, come gli eventi hanno dimostrato, alcuni paesi tenderanno ad acquisire crescenti (ed indesiderati) surplus commerciali nei confronti dei loro partner commerciali, mentre altri accumulano crescenti deficit. Ciò porta con sé due effetti indesiderati. Trasmette pressioni inflazionistiche da alcuni membri ad altri; e mette i paesi in surplus nelle condizioni di fornire finanziamenti in automatico ai paesi in deficit in scala crescente.
Pag. 205
…. Questo è un altro modo per dire che l’obiettivo di una piena unione monetaria ed economica non si può ottenere senza una unione politica; e la seconda presuppone integrazione fiscale e non mera armonizzazione fiscale. Essa richiede la creazione di un Governo e Parlamento della Comunità che si assumano la responsabilità almeno della maggior parte della spesa attualmente finanziata dai governi nazionali e la finanzi attraverso tasse equamente ripartite tra i membri comunitari. Con un sistema integrato di questo tipo le aree più ricche finanziano in automatico quelle più povere, e le aree che sperimentano un declino delle esportazioni sono automaticamente alleggerite pagando meno e ricevendo di più dalla Fisco centrale. La tendenze cumulative all’aumento e alla diminuzione sono così tenute sotto controllo da uno stabilizzatore fiscale costruito all’interno del sistema che consente alle aree in surplus di fornire automaticamente aiuto a quelle in deficit.
Pag. 206
…quel che il Rapporto sbaglia nel riconoscere è che l’esistenza di un sistema centrale di tassazione e spesa è uno strumento per l’erogazione di “aiuti regionali” molto più potente di qualunque cosa che l’“intervento speciale” per lo sviluppo delle regioni sia capace di fornire.
D’altra parte l’attuale piano della Comunità è come quella casa che “divisa contro se stessa non riesce a stare”. L’Unione monetaria e il controllo della Comunità sui bilanci impedirà ad ogni singolo stato membro di perseguire autonome politiche di piena occupazione – di intervenire per compensare le cadute del livello della produzione e dell’occupazione – eccetto che non beneficiando dell’appoggio di un forte Governo comunitario in grado di preservare i suoi cittadini dalle conseguenze peggiori.
Pag. 192
Myrdal coniò la locuzione “causazione circolare e cumulativa” per spiegare perché il tasso di sviluppo economico delle diverse aree del mondo non tende ad uno stato di equilibrio uniforme ma, al contrario, tende a cristallizzarsi in un numero limitato di aree ad elevata crescita il cui successo ha l’effetto di inibire lo sviluppo di altre aree. Questa tendenza non potrebbe operare se le variazioni dei salari monetari fossero sempre tali da compensare la differenza nei tassi di incremento della produttività. Tuttavia non è questo il caso che si verifica: per ragioni forse non pienamente comprese, la dispersione nei tassi di aumento dei salari tra le diverse aree tende sempre ad essere considerevolmente più piccola di quella relativa alle variazioni della produttività. E’ per questa ragione che in un’area valutaria comune, o in un sistema di valute convertibili con cambi fissi, le aree che crescono di più tendono ad acquisire un vantaggio competitivo cumulativo rispetto alle aree che crescono a tassi inferiori. I “salari efficienti” (calcolati come rapporto tra salari monetari e produttività) tenderanno, nel corso naturale degli eventi, a diminuire nel primo gruppo di paesi rispetto al secondo – anche nella situazione in cui nei due gruppi i salari monetari tendono contemporaneamente a crescere in termini assoluti. Proprio in ragione degli incrementi dei differenziali di produttività, i costi comparati di produzione nelle aree a maggior crescita tendono a diminuire nel tempo rispetto a quelli delle aree a minor crescita ed aumentano di conseguenza il vantaggio competitivo delle prime.
Fonte: http://www.concertedaction.com/2012/08/16/nicholas-kaldor-on-the-common-market/
Traduzione by Keynes Blog: I difetti dell’euro spiegati 30 anni prima che nascesse dall’economista keynesiano Nicholas Kaldor
09/05/2013 23:39:01
di Mattia Lanternino Scolopio
09/05/2013 12:25:28
di http://primomarzo2010.blogspot.it/2009/10/chi-siam /
04/05/2013 14:05:29
di Antonio Dibart
29/04/2013 12:00:24
di Ida Magli
25/04/2013 17:14:48
di Lanfranco Viola
22/04/2013 20:19:05
di Redazione Il Denaro
10/04/2013 16:06:41
di www.avvenire.it .
09/04/2013 21:13:17
di Giacomo Galeazzi
09/04/2013 11:19:52
di Sito web www.comitatoveritaevita.it